La scelta del fotografo


Il fotografo è colui che avrà il compito di immortalare e così preservare i tuoi ricordi più belli.
Colui che attraverso il suo lavoro, anche a distanza di anni, riuscirà ancora a suscitarti un’emozione, strapparti un sorriso o perché no, una lacrima di gioia.
Oggi vogliamo focalizzare la nostra attenzione su un tema molto importante in ambito cerimoniale, ovvero la scelta del fotografo.
Quali sono i fattori che ci inducono alla scelta giusta? Quali i parametri da seguire?
L’organizzazione di un evento, quale il matrimonio, comporta innanzitutto fissarci delle voci di spesa.
Elencate le varie voci, c’è da creare una scala gerarchica di priorità per stabilire quanto budget attribuire ad ogni singola voce.
Tutti quanti miriamo all’ottimo, pretendiamo il massimo, tuttavia il segreto sta nel bilanciare necessità e possibilità. E' a cosa serve la definizione delle priorità.
In fondo lo abbiamo fatto anche noi per il nostro matrimonio. Stabilito almeno in via teorica quanto siamo disposti a destinare per ogni cosa, inizia la nostra ricerca.
E arriviamo al nostro tema: scelta del fotografo.

Il fotografo del mio matrimonio


Come ogni scelta che farete per il vostro matrimonio, crediamo che non debba essere lunga ed estenuante, questo non farebbe altro che confondervi ulteriormente le idee. Oggi, attraverso i social c’è un’ampia vetrina, che già ci da modo di orientarci e canalizzare i nostri interessi. Ma attenzione!!! Cerchiamo di fare le dovute considerazioni su questo punto. Il social è uno specchietto per allodole, si pubblica il meglio che si può, vale la pena, fatta una cernita ed individuato lo stile che più è affine ai nostri gusti, approfondire. Sembra banale, potrà sembrare esagerato, ma crediamo che al di là di tutte le dovute considerazioni sul prezzo, così come la location ci emana vibrazioni positive, l’abito da sposa ci fa sognare, anche col fotografo deve scattare la scintilla, si tratta di empatia. L’empatia non si può vendere, né comprare, o si crea o non si crea e quindi non bisogna mai sottovalutare l’impatto che abbiamo, conoscendo di persona il professionista, chiunque egli sia. Il fotografo di matrimonio, ti segue in un iter che è molto più lungo, e non si limita al giorno del fatidico “si”. A volte un po' psicologo, altre uomo tutto fare, se ama il proprio lavoro, si dona a 360 gradi affinché gli sposi siano sereni e soddisfatti nel loro giorno più bello. È lapalissiano che quest’ultimo debba ispirarci fiducia. Nel momento della stipula del contratto non ti sta vendendo beni materiali, ma cose che si concretizzeranno più avanti, e quindi dobbiamo essere, per quanto sia possibile, certi che ci stiamo rivolgendo ad una persona seria e competente. Importantissima poi è la visione di un book completo, per poter effettivamente appurare in che modo viene sviluppato un lavoro. Secondo la nostra opinione, i futuri sposi devono essere perfettamente consci del prodotto finale che riceveranno, e quindi il professionista deve restare a loro disposizione per risolvere qualsiasi tipo di dubbio. Speriamo che questi consigli vi siano stati utili e vi guidino con consapevolezza e soddisfazione verso la scelta più adatta a voi.

A presto

Condividi il contenuto: